Schiavon inox è l’acciaio inox, l’alluminio e le altre leghe leggere.

Metallurgia e certificazioni: il contesto attuale

  • Autore: SIG.RA STEFANIA
  • 16 ott, 2017
macchinario per la lavorazione dei metalli

Lavorare nel campo della metallurgia comporta, per le aziende e chi le governa, una serie di obblighi sotto molti punti di vista: sicurezza, rispetto dei protocolli di lavorazione delle materie prime, verifica della funzionalità degli strumenti e delle apparecchiature utilizzate, controllo delle emissioni nocive e molto altro.

D’altronde gestire i metalli, dar loro forme e funzioni specifiche, significa lavorare ad altissime temperature, con tutto il precipitato di precauzioni che tale prerequisito comporta.

Non ottemperare in maniera rigorosa ai precetti previsti dalle normative vigenti in questo campo non solo espone i titolari delle aziende ad azioni legali dalle serie conseguenze, ma soprattutto mette in pericolo la sicurezza di chi lavora all’interno dell’azienda e, nei casi più gravi, anche quella delle comunità poste nelle immediate vicinanze.

Normative per la tutela di tutte le parti coinvolte

Proprio per questo motivo, una serie di autorevoli enti e istituzioni, a cominciare dall’Unione Europea, ha predisposto dei dispositivi di tutela a beneficio sia delle aziende che dei consumatori.

Tali dispositivi sono generalmente costituiti da tre fasi operative:

  • la verifica della congruità dell’attività aziendale rispetto alle disposizioni e alle normative vigenti;
  • un consustanziale controllo qualità;
  • il rilascio di specifiche certificazioni che attestino il rispetto di determinati standard.

Ottenere queste certificazioni non è affatto scontato.
I criteri sono estremamente rigorosi e restrittivi, e non sono ammesse deroghe.
Di conseguenza, le aziende che riescono a ottenere una serie di certificazioni specifiche possono essere considerate delle garanzie sia in termini di qualità che per quanto riguarda la sicurezza.

Inoltre, dal momento che le normative sono suscettibili di variazioni, è importante accertarsi che le aziende siano propense a riceverle e soprattutto a tradurle in una conseguente riconfigurazione della loro prassi industriale.

Sicurezza, Trasparenza, Qualità

La ditta Schiavon Inox, con sede a Padova, è un modello da questo punto di vista: l’azienda infatti ha avviato da tempo un protocollo interno di consolidamento dei più alti standard di eccellenza per quanto riguarda la sicurezza e la qualità nella lavorazione dei metalli all’interno dei suoi stabilimenti.

E per rendere ancora più evidente questo processo, Schiavon Inox si è dotata delle certificazioni più autorevoli nel proprio campo.

Al momento, la ditta è in possesso dei sottoelencati riconoscimenti:

  • ISO 9001 : rilasciata dall’International Organization for Standardization, organismo che definisce norme e standard tecnici per quanto riguarda numerosi rami di industria e commercio, è la certificazione più importante, dal momento che attiene alla verifica della qualità complessiva della struttura in tutte le sue parti. La certificazione ISO 9001 prende in esame ogni aspetto dell’azienda esaminata, sottoponendo a verifica tutta la filiera operativa e produttiva;

  • ISO 3834 : rilasciata dal medesimo ente, è una certificazione espressamente dedicata alla saldatura. I suoi parametri di valutazione prendono in esame tanto coloro che svolgono fattivamente l’attività di saldatura, quanto i soggetti preposti a valutare la rispondenza ai requisiti di norma dei manufatti prodotti tramite tale operazione;

  • EN 1090 : si tratta di una norma che, recependo le direttive europee in materia, definisce i requisiti per la valutazione di conformità delle caratteristiche prestazionali dei componenti strutturali in acciaio e alluminio, acciaio inossidabile e acciaio al carbonio, nonché dei kit immessi sul mercato come prodotti da costruzione.

Autore: SIG.RA STEFANIA 06 nov, 2017

Con il termine leghe leggere si intendono generalmente quelle leghe con una base di alluminio, il quale viene combinato con altri metalli e minerali dal peso specifico (esiguo) più o meno analogo, ossia:

  • zinco;
  • rame;
  • manganese;
  • silicio o magnesio.

Si tratta di leghe che trovano una loro applicazione specifica in una moltitudine di campi, in cui possono sfruttare, per l’appunto, la loro leggerezza; quindi parliamo di piccola utensileria, mobili, finiture e complementi d’arredo.

La loro estrema malleabilità, inoltre, permette agli artigiani che le utilizzano di dare sfogo al loro estro e alla loro creatività.
Autore: SIG.RA STEFANIA 16 ott, 2017

Lavorare nel campo della metallurgia comporta, per le aziende e chi le governa, una serie di obblighi sotto molti punti di vista: sicurezza, rispetto dei protocolli di lavorazione delle materie prime, verifica della funzionalità degli strumenti e delle apparecchiature utilizzate, controllo delle emissioni nocive e molto altro.

D’altronde gestire i metalli, dar loro forme e funzioni specifiche, significa lavorare ad altissime temperature, con tutto il precipitato di precauzioni che tale prerequisito comporta.

Non ottemperare in maniera rigorosa ai precetti previsti dalle normative vigenti in questo campo non solo espone i titolari delle aziende ad azioni legali dalle serie conseguenze, ma soprattutto mette in pericolo la sicurezza di chi lavora all’interno dell’azienda e, nei casi più gravi, anche quella delle comunità poste nelle immediate vicinanze.
Autore: SIG.RA STEFANIA 06 set, 2017
Sempre più spesso, nelle pubblicità e nelle descrizioni di prodotti, si sente parlare di acciaio inox. Non tutti, però, sono a conoscenza delle peculiarità di questo materiale e delle differenze che lo distinguono dal normale acciaio. Ecco dunque una breve panoramica delle rispettive caratteristiche.
Autore: SIG.RA STEFANIA 16 ago, 2017

Le leghe leggere sono speciali leghe metalliche ottenute dall’unione di vari materiali; in particolare questa espressione si riferisce alle leghe dell’alluminio, del titanio e del magnesio. Le leghe leggere presenti sul mercato sono numerose e molto diverse tra loro, ma accomunate dalla bassa densità e da una maggiore resistenza rispetto ai metalli puri. Di conseguenza sono adatte a essere utilizzate negli ambiti più svariati, dalla realizzazione di veicoli di vario tipo (come biciclette, automobili, treni e aerei) fino agli strumenti da cucina.

Grazie alla loro duttilità, alla resistenza agli agenti atmosferici e alla possibilità di essere lavorate in fogli estremamente sottili, le leghe leggere hanno conosciuto negli ultimi decenni un’enorme fortuna anche nell’ambito dell’architettura e dell’arte, prestandosi soprattutto alla realizzazione di facciate, sculture, manufatti ed edifici interi.

Scopriamo insieme 5 opere nelle quali metallurgia e arte si fondono per raggiungere risultati estetici e funzionali di forte impatto.
Autore: SIG.RA STEFANIA 07 lug, 2017
L’industria metallurgica italiana, che si occupa dei processi di lavorazione e produzione dei metalli, ha avuto origine negli anni Ottanta dell’Ottocento grazie all’interesse dello Stato per l’industrializzazione del Paese. Proprio in quegli anni, infatti, sotto l’impulso degli investimenti pubblici nacquero le prime realtà produttive.
Share by: